Home Televisione Il filo rosso, nuovo programma di Rai2 con Paola Perego: conferenza stampa

Il filo rosso, nuovo programma di Rai2 con Paola Perego: conferenza stampa

7
0
Articolo orginale pubblicato su link to post

12.40 Fine conferenza.
12.37 Perego: “Stanca di sentirmi chiedere di La talpa? No, è un un programma che è nel mio cuore, è un reality game, di questo genere non mi pare ne siano stati fatti altri sulla tv generalista; se il pubblico lo vuole rivedere un motivo ci sarà. Si rifà? Non lo so, non dipende da me“.
12.36 Perego: “La storia che vorrei raccontare? Le storie di tutti, sono una persona molto curiosa della vita della gente. Qualunque sia l’argomento“.
12.33 Perego spiega che il programma è registrato. Daniele Cerioni, capostruttura Rai2: “Abbiamo tante difficoltà per via delle restrizioni coronavirus. Cerchiamo di limitare al massimo il numero di persone che girano all’interno degli studi, siamo costretti a fare di necessità-virtù. Gli ascolti? Il sabato per Rai2 è una sfida, perché da anni è vocata a telefilm e altro. La sfida è rilanciare le produzioni al sabato, non ci aspettiamo ascolti clamorosi, ma cose fatte per bene. Per questo abbiamo scelto Paola“.
12.32 Nella prima puntata ospiti Adriano Panatta, Salvatore Esposito e don Giacomo Pavanello. La Perego precisa: “Ma non ci saranno opinionisti fissi, ogni settimana ci saranno persone diverse“.
12.32 Perego: “La difficoltà maggiore per noi oggi è portare in studio gli anziani in sicurezza. Noi per primi non vogliamo farli rischiare e loro e i loro parenti sono molto preoccupati“.
12.30 Perego: “Il mio filo rosso? È legato ai miei genitori che stanno male, prego e spero che si risolva bene“.
12.28 Perego: “Di anziani ne parliamo perché sono una grande risorsa. Anziani oggi vuol dire anche persone giovani, in salute. Il discorso politico, ribadisco, non ci interessa. I negazionisti? Li porterei a vedere un reparto di terapia intensiva. Mi fanno molta rabbia. Prima di negare, bisogna sapere i fatti“.
12.27 Perego: “I miei genitori, mia sorella, mio cognato, i miei nipoti hanno tutti il covid adesso. Sono lontani da me, a Milano. Vivo terrorizzata dal fatto che la situazione possa degenerare da un momento all’altro“.
12.25 Perego: “Le parole di Toti sugli anziani non indispensabili? Non tratteremo temi sociali o politici, noi raccontiamo storie, non ci mettiamo a fare polemica. La collocazione in palinsesto? Dopo 38 anni di lavoro mi interessa poco se quell’orario è difficile o meno, seguo i progetti quando li ritengo interessanti. I miei impegni futuri? Bisognerebbe chiedere al direttore”. Eccolo, il direttore Di Meo: “Gli ascolti sono molto importanti, ma Rai2 è una riserva indiana dove si può provare a sperimentare senza troppe ansie. Il futuro della Perego? Il futuro è incerto, per mille motivi. Il nostro è orizzonte è abbastanza corto, bisogna uscire dalla bolla del covid“.
12.21 Perego: “In linea generale non ci saranno storie di vip, ma magari potrebbero esserci in qualche puntata“.
12.19 Paola Perego: “Prima di diventare nonna, non pensavo ci si potesse rimbambire a questi livelli. Per il mio nipotino sono disposta a fare tutto. Mia figlia quando ha bisogno chiama me, per lei e per mio nipote ci sono sempre“.
12.16 Perego: “Credo che tanti nipoti abbiano rivaluto la figura del nonno, che di solito venivano dati per scontato. Dopo la seconda ondata ci sarà un’attenzione maggiore verso i nostri anziani, che sono una risorsa e non un peso“.
12.15 Perego: “Ci sarà lo spazio ‘Una poltrona per due’, con due persone il cui filo rosso interrotto per motivi più pop, tipo chirurgia estetica o tradimenti“.
12.12 Paola Perego: “Ci stiamo adeguando all’emergenza coronavirus, alcune storie saremo costretti a farle in collegamento. Laddove non riuscissimo ad avere storie da zone molto colpite dal coronavirus, faremo delle ricostruzioni in studio. Nella prima puntata ci sarà la storia di un ragazzo che ha passato momenti molto duri e che grazie all’aiuto dei nonni ce l’ha fatta. Vorremmo raccontare solo storie a lieto fine! Ci proponiamo come alternativa alle storie drammatiche che sentiamo ogni giorno“.
12.10 Paola Perego: “L’idea è nata dal direttore Di Meo. Lo ringrazio, lo conosco da anni, ho stima di lui da molti anni. Appena è diventato direttore mi ha chiamata per fare un programma. Mi ha chiamata e mi ha detto ‘perché non faccio un programma sul legame tra nonni e nipoti? Ho accolto subito l’idea e ho iniziato a scrivere il programma con gli altri autori. Poi è arrivato il lockdown. Ci siamo accorti che questo filo invisibile che lega il cuore di nonno e nipote non unisce solo parenti, ma anche gli amici. Così abbiamo deciso di voler raccontare questo filo rosso che unisce più persone, anche se non sono parenti. Faremo appelli anche per provare a ricucire il filo rosso tra due persone‘.
12.07 Il direttore di Rai2 Ludovico Di Meo: “Paola Perego è una grande professionista, che torna su Rai2 dopo qualche anno, siamo tutti contenti di rivederla in grande forma. È inciampata anche lei come tanti italiani, nel virus. L’offerta del sabato pomeriggio è nuova. Il filo rosso completa il sabato pomeriggio; è un programma nato prima del covid, come idea. Mi piace l’idea di unire i più giovani e i nonni, che è un argomento caldissimo oggi. Tanti anziano stanno pagando lo scotto del covid. Paola è conduttrice, mamma e giovane nonna, è perfetta per questo programma. Su questo programma contiamo molto, siamo curiosi di vedere come intaccherà e quale sarà il riscontro del pubblico“.

12.05 Inizia la conferenza stampa.
11.45 Sta per iniziare la conferenza stampa, i giornalisti si stanno collegando via streaming.

++++++++

Sta per iniziare – via streaming – la conferenza stampa di presentazione di Il filo rosso, il nuovo programma di Rai2 condotto da Paola Perego, al via sabato prossimo, 21 novembre, alle ore 14.00. Blogo seguirà in tempo reale l’incontro con i giornalisti.

Presenti la conduttrice e il direttore di rete Ludovico Di Meo. Il filo rosso è un programma firmato dalla stessa Paola Perego e da Tonino Quinti, Nicola Lorenzi e Serena Costantini.

Ricordiamo che la trasmissione – il cui titolo provvisorio era Ascoltami – sarebbe dovuta iniziare l’8 novembre scorso, ma è stata posticipata dopo la scoperta della positività al coronavirus della conduttrice.

Ecco le parole utilizzate dall’ufficio stampa Rai per presentare il nuovo programma:

Il filo rosso, il filo del cuore. Una lente d’ingrandimento che parte dal rapporto che tiene uniti nonni e nipoti e che lega le generazioni di ieri a quelle di oggi: è la lente attraverso la quale guardare le “storie” de “Il filo rosso. Attraverso i legami familiari e affettivi, saranno affrontati argomenti e temi sociali di vario genere, questioni che riguardano tutti da vicino, tra momenti di riflessione, d’informazione, d’intrattenimento e di spettacolo.

Paola Perego, felice nonna del piccolo Pietro, torna in tv con un programma tutto suo dopo l’esperienza in seconda serata su Rai1 con Non disturbare.